Guida per uno stile di Vita Comunitaria Naturale Autosufficiente, Ecosostenibile e Salutare (2°parte)

Guida per uno stile di Vita Comunitaria Naturale Autosufficiente, Ecosostenibile e Salutare

(2°parte)

 

 

Energie rinnovabili/alternative

Il riscaldamento è realizzabile con sistemi integrati utilizzando stufe pirolitiche che, allo stesso, permettono di avere acqua calda tramite boiler (anchessi realizzabili con i materiali per l’abitazione) e di generare gas per fornelli da cucina.

La pirolosi funziona (utilizzando biomassa vegetale ed organica alimentare con umidità max sul 35%) producendo gas in assenza parziale o pressochè totale di ossigeno che viene bruciato per l’uso diretto o stoccabile in bombole.

Il materiale ottenuto dalla combustione è un carbone dalle ottime proprietà che si chiama biochar conosciuto come il miglior concime e fertilizzante per terreni oltre ad esser un ottimo sequestratore dell’anidride carbonica.

Gli impianti luce sono realizzabili senza condutture e circuiti elettrici in quanto ogni punto luce (usando led che hanno buona emissione di frequenza con ottimi rendimenti illuminotecnici) è dotabile di una propria batteria autoricaricante e permanente.

Anche gli eventuali motori/elettrodomestici (cercando di farli operare con frequenze innoque) potranno essere serviti da banchi accumulatori/batterie autoricaricanti grazie all’induzione elettrostatica.

Per il miglioramento dell’efficienza energetica sono realizzabili delle antenne in alluminio/rame aventi forme archetipiche/frattaliche collegati a semplici circuiti di accumulo energetico stoccato in bancali di batterie accumulatori fatti con liquidi alcali e con solidi miscele minerali cristallini ed organici.

Coltivazioni naturali ed aeroponiche

Le coltivazioni sono realizzabili integrando quelle realizzate in suoli, formando bancali di terra, a quelle realizzate in aeroponica in serre microclimatizzate.

Le coltivazioni in terra seguono le già conosciute coltivazioni in permacultura con possibili miglioramenti qualitativi e quantitativi di produzione.

Sono realizzabili a banchi di terra su cui coltivare le piante a coltura mista in modo che le piante esterne (spezie aromatiche e diverse erbe officinali) difendono quelle interne come le verdure e i pomodori.

I terreni inizialmente sono preparati con fertilizzati e rigeneranti come il “biochar” sopracitato, le argille tipo le zeoliti con aggiunte di sabbie di quarzo ed allume di rocca che favoriscono una migliore mineralizzazione.

Inoltre vi sono aggiunti i microrganismi efficienti che permettono inizialmente di rigenerare al meglio i terreni eventualmente stanchi dandogli la migliore sofficità oltre a fornire ottimi alimenti alle piante in coltivazione che sono altamente più resistenti dagli attacchi da insetti/parassiti.

Allo stesso, vengono immessi nel terreno i lombrichi che favoriscono ulteriormente la qualità del terreno stesso e un’ulteriore difesa per le piante da coltivare.

Per la fornitura di acqua è realizzabile un semplice impianto di nebulizzazione con propria batteria/accumulatore autoricaricante permanente.

Per la coltivazione aeroponica, sua struttura è realizzabile con l’uso degli stessi materiali per le costruzioni naturali e con l’integrazione di ampie aperture (in vetro o plastica) per la luce diurna.

Le condizioni interne ambientali per le piante sono controllate tramite un sistema microclimatizzato composto da un impianto di nebulizzazione, di aerazione e ionizzazione e da un impianto di riscaldamento a combustione pirolitica, il tutto con opportuni sensori di controllo generale.

L’impianto aeroponico è realizzabile a file di bancali sovrapposti in modo angolare per la migliore illuminazione.

Il sistema di alimentazione dell’acqua e del concime liquido avviene tramite nebulizzazione interna ai contenitori ove sono presenti le radici in buio.

Sempre all’interno dei contenitori si possono distendere letti di sabbia di quarzo miscelata a zeolite e polveri di conchiglie che offrono maggiore forza e velocità di crescità alle piante.

Mentre all’esterno sono applicabili dispositivi archetipici bidimensionali e tridimensionali in metallo, come rame ed alluminio opportunamente resinati, che catalizzano al meglio l’energia cosmica-orgonica offrendo una migliore armonizzazione energetica e tutela ambientale.

Sono possibili ulteriori miglioramenti qualitativi e produttivi tramite applicazioni magnetiche e sonore-musicali-armoniche.

In aeroponica le piante ottenute hanno mediamente una resistenza minimamente triplicata rispetto a quelle coltivate in terra data sopratutto dall’assorbimento notevole dell’ossigeno e dell’anidride carbonica tramite le radici poste in aria all’interno dei contenitori.

Di conseguenza le qualità organolettiche sono superiori oltre a poter coltivare piante esotiche ed estremamente sensibili ai climi altamente variabili.

Così è possibile far crescere semi e talee in aeroponica e, in fase di fioritura, trapiantarle successivamente nel terreno favorendo così una maggiore produzione per estensione superficiale con continue nuove coltivazioni in in rotazione per l’aeroponica.

In aeroponica si risparmia l’oltre 90% di acqua utilizzando concime liquido da compostaggio.

I tempi di crescita e di raccolta sono notevolmente ridotti (pomodoro pachino raccolta entro i 30 giorni, basilico entro 8/9 giorni).

La produzione è altamente superiore in termini volumetrici e temporali.

L’operatività è sensibilmente ridotta con una migliore semplificazione nella gestione colturale.


Schermatura, riequilibrio ed armonizzazione dei campi elettromagnetici fisici-cellulari ed ambientali

In merito all’emissioni disarmoniche disequilibranti di campi elettromagnetici provenienti sia da sorgenti naturali che da quelle artificiose, per schermare ed armonizzare l’ambiente naturale locale compreso gli esseri viventi che vi abitano, si applicano, in punti selezionati, dispositivi archetipici/orgonici bidimensionali e tridimensionali che catalizzano e trasformano le presenti frequenze disarmoniche in coerenze armoniche alle naturali frequenze delle cellule animali/ambientali.

Per una migliore cosmicizzazione locale sarebbe utile posizionare i dispositivi anche in punti esterni all’area comunitaria possibilmente più ad alta quota ed in presenza di boschi/foreste e corsi di acqua oltre a quelli disposti opportunamente nell’area comunitaria stessa che all’interno delle abitazioni con la possibilità di portarli indossati per la funzione duplice di schermatura e riequilibrio stesso cellulare di cui anche gli animali della comunità ne possono beneficiare.

Disintossicazione, rigenerazione e tutela della salute psico-fisica-magnetica

Per un buon stile di vita si persegue un’alimentazione “tendenzialmente” sobria e cruda fatta di ortaggi, verdure, frutta, semi e radici.

In casi di disintossicazione, rigenerazione e tutela psico-fisica-magnetica è possibile utilizzare micronutrienti quali argille ad alta catalizzazione magnetica, microrganismi efficienti, semi oleosi quali lino e di canapa oltre ad altri additivi alimentari che accelerano il processo disintossicante come il perossido di idrogeno.

Insieme alla micronutrizione si possono utilizzare dispositivi magnetoterapeutici come anelli ai mignoli e solette magnetiche a funzione bipolare che offrono una rigenerazione completa dei circuiti energetici, detti meridiani, e quindi in generale dell’attività metabolica e funzionale degli organi riequilibrando il proprio campo elettromagnetico informato (C.E.I.).

Insieme all’uso della magnetoterapia integrale sono utilizzabili dispositivi archetipici bidimensionali ed anche tridimensionali, da indossare come collana, bracciali, cavigliere e alla vita, i quali accelerano l’armonizzazione cellulare riducendo sensibilmente i tempi di riabilitazione e di guarigione.

Ben venga l’integrazione dell’uso dei cristalli, della cromoterapia e di altre discipline olistiche armonizzanti.

Ben venga uno stile di vita incentrato sullo scambio amorevole, cocreativo-costruttivo-organizzativo con l’uso del baratto (economia ecosostenibile)

Nelle migliori intenzioni cocreative, costruttive, amorevoli e lucenti….buonazione consapevole armonica.

..(prima parte)

Guida per uno stile di Vita Comunitaria Naturale Autosufficiente, Ecosostenibile e Salutare (2°parte)ultima modifica: 2012-03-23T20:35:00+00:00da animacosmica
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Guida per uno stile di Vita Comunitaria Naturale Autosufficiente, Ecosostenibile e Salutare (2°parte)

  1. CLIMATIZZAZIONE ECOSOTENIBILE

    RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO DEGLI AMBIENTI
    POMPE DI CALORE
    http://www.geotermiaitalia.it/catalogo/prodotti.html

    Sono sistemi completi di riscaldamento e raffrescamento energeticamente efficiente che assicurano una climatizzazione interna economica e al tempo stesso eco-sostenibile.
    Questa tecnologia è disponibile per installazioni residenziali mono/plurifamiliari ed edifici industriali e commerciali di grandi dimensioni.

    Pompe di calore geotermiche;
    Pompe di calore aria-acqua;
    Pompe di calore ad aria esausta.

    La pompa di calore geotermica utilizza come fonte di calore il sottosuolo o l’acqua di falda e consente un risparmio sui costi per il riscaldamento fino al 80%.
    Non è necessario risiedere in una zona termale per usufruire dei benefici del calore sotterraneo: a partire da 10 mt di profondità fino ai 100 mt le temperature si attestano intorno ai 10-12°C per tutto l’anno costituendo una fonte di calore ottimale per il funzionamento della pompa di calore.

    La pompa di calore aria-acqua utilizza come fonte di calore l’aria esterna e consente un risparmio sui costi per il riscaldamento fino al 50-60%.
    Questa pompa di calore ha un’efficienza straordinaria; ad esempio possono produrre acqua calda per riscaldamento o usi sanitari fino a temperature di 65°C con il solo compressore e lavorare fino a temperature esterne di -25°C!!!

    La pompa di calore ad aria esausta utilizza come fonte di calore l’aria viziata presente nella casa, consente un risparmio sui costi per il riscaldamento fino al 50%.

Lascia un commento